Seguici anche suFacebookTwitterGoogle PlusYoutube
  • English
  • Italiano
FOCUS
focus arrow
Haas: Magnussen's adaptability to F1 car problems helping vs Grosjean F1 testing: Fernando Alonso to drive McLaren's 2018 F1 car first F1 Ferrari, Raikkonen sul suo contratto: «È la stessa storia ogni anno» Wehrlein, Russell to share Mercedes F1 reserve driver role in 2018 F1 drivers say third DRS zone will improve Australian Grand Prix Mercedes F1 team explains Chinese Grand Prix strategy miscue F1 Haas, anche Maini sarà pilota di sviluppo Netflix to screen new Formula 1 documentary on 2018 season Renault announces 2018 Formula 1 car launch date F1 McLaren, Alonso: «A 4 decimi dalle migliori ce la giochiamo» Pierre Gasly avoided spectacular 340km/h Baku F1 practice clash Fernando Alonso: 13th McLaren's maximum Chinese GP qualifying pace F1 Mercedes, Bottas: «Hamilton non è imbattibile» Ferrari's key steps to creating a Mercedes-beating 2018 F1 car MotoGP 2018. Dovizioso: “Posso lavorare sui dettagli” Spunti, considerazioni, domande dopo il GP delle Americhe F1 Spagna, Verstappen: «Ripetere queste belle prestazioni? Sì è possibile» Ferrari can't make Formula 1 'let monkeys run the zoo' F1 Red Bull, carica Ricciardo: «Monaco è folle» F1 testing: Bullish Mercedes has soft-tyre doubts from Barcelona

F1: DA QUEST’ANNO LE GARE EUROPEE INIZIERANNO ALLE 15:10 ITALIANE


SkeetGp

di Alex Scotti e Marcel Vulpis

Sempre più novità in casa F.1, a partire dalla sostituzione (in termini di immagine) delle grid girls con i grid kids. Ma i cambiamenti non finiscono qui e tutto è studiato per favorire il mercato pubblicitario. Gli americani di Liberty Media, nuovi proprietari del Circus della Formula 1, infatti hanno annunciato gli orari delle gare per il 2018: rispetto all’anno scorso tutte le partenze sono state spostate avanti di un’ora e dieci minuti. L’unica eccezione sarà il Gran Premio di Francia, il cui semaforo verde è stato spostato alle 16:10 locali per evitare la concomitanza con Inghilterra–Panama del Mondiale di calcio (Russia2018).

Questa novità, introdotta grazie ad una modifica ad hoc del regolamento, punta ad aumentare gli ascolti negli Stati Uniti, dove il fuso orario è indietro rispetto a noi dalle sei alle nove ore. Non sono solamente le gare ad essere state spostate: anche prove libere e qualifiche, infatti, prenderanno il via con un’ora di ritardo rispetto al solito. La particolarità dei dieci minuti aggiuntivi prima della partenza del Gran Premio, invece, servirà per trasmettere maggiori spot pubblicitari nei minuti immediatamente precedenti il via.

Dopo l’abolizione delle “ombrelline”, ecco quindi un’altra novità a cui dovremo abituarci. Quest’anno, inoltre, non potremo più seguire alcuna gara sulla Rai: Sky trasmetterà, in esclusiva per i suoi abbonati, 17 Gran Premi su 21, mentre gli altri quattro (tra cui il GP d’Italia a Monza) potranno essere visti in chiaro su TV8.

 

*L'utente può scaricare il calendario in pdf

orari_f1.jpg