Seguici anche suFacebookTwitterGoogle PlusYoutube
  • English
  • Italiano
FOCUS
focus arrow
F1 Bahrain, Bottas: «Vettel non ha sbagliato niente» F1 testing: Raikkonen keeps Ferrari on top on final day at Barcelona F1 Cina, Ricciardo: «Il mio passo gara è migliore» F1 Cina, Wolff: «Siamo stati la terza forza» Gallery MotoGP. Il GP di Spagna 2018 Why F1's under-fire art of fast pitstops is so controversial MotoGP 2018. Le pagelle del GP d'Argentina Spanish GP F1 practice: Valtteri Bottas leads Mercedes 1-2 in FP1 Spanish Grand Prix a 'lottery' without F1 tyre adjustment - Pirelli F1 Red Bull, Ricciardo: «Ora abbiamo fiducia» Magnussen loses top spot in driver ratings after poor Baku weekend F1 Williams, Stroll: «Massa? Non mi manca» Gallery MotoGP 2018. Le foto più belle del GP delle Americhe F1 Spagna: la Ferrari perde potenza, Raikkonen si ritira F1 Renault, Hulkenberg: «Mettimi in macchina» Video guide: Bahrain Grand Prix's Sakhir F1 circuit F1 Spagna, Alonso: «Ci aspettiamo di lottare in posizioni ravvicinate» F1 Australia, Verstappen: «Un gran premio noioso» MotoGP 2018. Rossi: "Speriamo sia asciutto" Williams recruits ex-McLaren F1 aero man McKiernan as chief engineer

MOTO2: LA NOSTRA INTERVISTA ESCLUSIVA A GIOVANNI CUZARI


Motopatico

A margine dell'evento di presentazione del Forward Racing Team, avvenuto a Milano al “San Pietro café” lo scorso 1 febbraio, abbiamo avuto l'occasione di rivolgere qualche domanda a Giovanni Cuzari, il patron della squadra che quest'anno correrà in Moto2. Forward rappresenta una dinamica realtà nel panorama – un po' ingessato – della middle class. Il rinnovamento profondo avvenuto in occasione della stagione 2018 non ha comunque intaccato il vero progetto che sta alla base dell'impegno in pista, cioè costruire un gruppo di lavoro omogeneo e fidelizzato. In questi giorni Forward è impegnato a Valencia con tutta la squadra ed entrambi i piloti, col compito – notevole! – di prendere conoscenza con la Suter Moto2. Il team italo-elvetico è l'unica compagine a utilizzare le moto svizzere nel motomondiale.

Lei durante la presentazione al "San Pietro Café" di Milano del Forward Racing Team ha parlato di continuità e di rivoluzione. Ha spiegato che ha intenzione di continuare a lavorare con un gruppo affiatato di persone, ma ha anche sottolineato la necessità di introdurre molte novità. Può spiegarci nel dettaglio quali sono le novità e quali invece sono gli elementi in linea con i vostri recenti trascorsi sportivi ?

Si, sono dell’idea che la continuità sia un valore aggiunto anche nel gruppo di lavoro, per questo motivo molti dei nostri collaboratori sono gli stessi sin dal 2010. Le novità sono i piloti, il ritorno a Suter che ringrazio, e nuovi investitori a partire dal main sponsor. I nostri trascorsi sportivi sono pubblici, abbiamo fatto dei podi…qualche vittoria, e questo a mio avviso ci annovera tra i Top Team.

Lei ha attualmente l'unico Team Manager donna in un ambiente considerato prevalentemente maschile. La presenza di Milena Koerner è sicuramente un valore aggiunto, per competenza e dedizione professionale. Può raccontarci come è nata la vostra collaborazione e cosa si aspetta da questo sodalizio?

Milena era con noi alla nascita di Forward, è un manager molto capace con tutte le carte in regola per ricoprire il ruolo affidatole. È un grande valore aggiunto a mio parere e, in quanto Donna, molto scrupolosa in ogni minimo dettaglio. Capii subito che avrebbe presto fatto una crescita importante, ed inoltre gli anni fatti con il nostro Presidente Hervè, grande maestro, hanno contribuito moltissimo alla sua crescita.

Due piloti promettenti, Manzi e Granado, promettenti ma - come da sua ammissione - "una scommessa". Perché avete deciso di puntare su questi due giovani talenti, piuttosto che affidarvi magari a un esordiente e a un pilota di esperienza?

Si, una scommessa per certi versi. Stefano ha talento, e come dico sempre il fatto che faccia parte della Accademy VR46 lo aiuterà moltissimo nella preparazione da casa. Eric ha talento e crediamo molto anche in lui, è maturo! avevo in principio un accordo con Barberà, ma alla fine devo dire che il nostro ruolo è quello di cercare nuovi talenti, mentre Hector ha già dimostrato di essere un campione.

La struttura tecnica è stata rinnovata, inserendo Massimo Biaggini e Mauro Noccioli, due capotecnici riconosciuti tra i professionisti del motomondiale. Una scelta dettata dalla necessità di supportare i piloti oppure una precisa strategia di alzare il livello tecnico della sfida in una categoria molto combattuta?

Una precisa strategia, anche se devo dire che i precedenti capi tecnici sono veramente bravi, ritengo che Noccioli e Biaggini siano una scelta molto azzeccata.

Sarete l'unico team che gareggerà con le Suter. Durante la presentazione Eskil Suter non ha nascosto le ambizioni. Credete che essere la sola squadra a gareggiare con le moto del telaista elvetico possa rappresentare un valore aggiunto?

È un valore a mio avviso, ma anche qui devo dire che Kalex ha dimostrato e dimostra grande professionalità. Noi abbiamo voluto uscire da un gruppo enorme, da un monofornitore…tutto qui…

Lei recentemente è stato molto chiaro: "la Moto2 costa ai team quasi quanto la MotoGP, senza i benefici previsti per la Top Class". Crede che la formula della middle class vada bene così, oppure potrebbe essere ripensata?

Come ho già detto. Dorna ha fatto e sta facendo un capolavoro, prima o poi arriveranno benefici anche nelle classi minori, ne sono certo.

Alla presentazione del Team si è rivisto Stefan Bradl. E' stata solo una visita di cortesia, oppure ci sono delle trattative in corso?

«Con Stefan sono rimasti ottimi rapporti, mi ha fatto piacere vederlo alla presentazione ed il giorno dopo da noi a Lugano. Nessuna trattativa, solo stima ed amicizia.»

Tra le cose che avete cambiato c'è anche il main sponsor "4:20 TheClub.com", produttore tra le altre cose di energy drink alla canapa. Lei ha parlato di un "progetto comune per i prossimi anni". Non teme ricadute per la vostra immagine nel motomondiale? 

Ricadute? E per cosa? 420theclub.com è un brand che racchiude food e beverage di qualità…i prodotti alla canapa sono pochissimi, tutto il resto è innovazione…per esempio i piatti pronti…una vera innovazione !

 Parlando da manager sportivo: crede che ci sia bisogno di fare "sistema" tra team, sponsor, piloti e promoter per garantire la sostenibilità del campionato?

Il “sistema” c’è già e si chiama IRTA, poi se in futuro cambierà qualcosa vedremo.

TOP FOCUS

3 mesi 3 giorni
Yamaha si mette nelle mani di Rossi, relegando in un angolo il giovane Viñales, perché l'unico ritenuto capace di sferrare un gancio al volto di un portentoso...
Rossi e Vinales in crisi a Buriram
3 mesi 9 ore
Delle due l'una: o alla Yamaha hanno deciso di gettare fumo negli occhi alla concorrenza, oppure la Casa giapponese ha dei grossi problemi da risolvere e non...
Rossi impreca
1 mese 1 settimana
Uno ha perso il controllo in pista e l'altro è finito fuoripista e in terra. Uno ha dimostrato di essere il protagonista di una delle più grandi rimonte dello...
Valentino Rossi , viola le direttive spruzzando champagne addosso aduna hostess
1 mese 4 settimane
Dorna mette tutto a tacere, a Hamilton riservarono un altro trattamento   Premessa doverosa: non c'è nessuno scandalo, nessuno ha nemmeno provato a...