Seguici anche suFacebookTwitterGoogle PlusYoutube
  • English
  • Italiano
FOCUS
focus arrow
Pirelli reveals schedule and teams for testing of 2019 F1 tyres F1, McLaren: «Alonso in endurance? Impegno minimo» MotoGP. Hernadez sostituirà Folger nei test in Malesia Sauber F1 launch: C37 wheelbase tweak hints at 2018 Ferrari change F1 Cina, Hamilton: «Un weekend da dimenticare» McLaren, Renault a 'significant' F1 2018 threat - Force India F1 Haas, anche Maini sarà pilota di sviluppo F1 Bahrain, capolavoro di Vettel: secondo successo in due gare per il pilota Ferrari Morbidelli: “La MotoGP è tutta un’altra cosa” New F1 theme music to be written by Hollywood composer Formula 1 ends use of grid girls from 2018 season Ezpeleta: "Rispetto la decisione degli steward" F1 McLaren, Alonso e la nuova MCL33: «Pronti per un passo in avanti» F1 testing: Why teams made a mistake on day three - Autosport Podcast Chinese GP: Lewis Hamilton 0.007s faster than Kimi Raikkonen in FP2 Kevin Magnussen felt 'negative pressure' in Formula 1 before Haas Pirelli reveals time gaps between 2018 Formula 1 tyre compounds MotoGP. Rossi: "Resto perché sono veloce" Ricciardo: Red Bull F1 team-mate Verstappen matured a lot in 2017 F1 Ferrari, Vettel: «I tempi fatti ora significano poco»

ESCLUSIVA - L'ANALISI DEL BILANCIO DORNA SOTTO LA LENTE D'INGRANDIMENTO DELL'ESPERTO


Dossier

Per capirne di più rispetto alle operazioni finanziarie e a debito messe in campo dalla Dorna Sports S.L. abbiamo contattato Maurizio Di Marcotullio (socio e fondatore di DMG & Partners) studio di consulenza fiscale e  internazionalizzazione d’impresa (con sede a Roma) tra i più importanti del mercato italiano. Gli abbiamo chiesto di commentare i dati di bilancio relativo al 2016. Quello che emerge chiaramente è il ruolo strategico di Bridgepoint Capital, il fondo di investimento che controlla da diversi anni ormai Dorna. Sarà questo fondo a dirigere il presente/futuro della società iberica, che, oltre a ciò dipende fortemente dalla vendita/sviluppo dei diritti tv (un aspetto che troviamo purtroppo anche nel mercato del calcio italiano). Se per caso dovesse avvenire una contrazione in questo segmento impatterebbe negativamente nei prossimi bilanci. E' quindi il punto focale su cui i vertici della realtà iberica dovranno lavorare di più.

Di Marcotullio, alla luce dei dati di bilancio da noi esaminati (su documenti tecnici della D&B), come è possibile che la società spagnola presenti un livello di esposizione debitoria (900 milioni di euro) così alta? 

Il livello dell’indebitamento benché elevato sembra in linea con la natura degli impieghi. La società, almeno secondo i dati del 2016, presentava una struttura patrimoniale molto complessa, con un elevato valore di immobilizzazioni immateriali, che, nel caso della realtà iberica, dovrebbero riguardare principalmente i diritti di immagine e televisivi acquisiti. Sembra calibrato anche il mix di fonti a medio/lungo termine rispetto al patrimonio immobilizzato.  Resta, però, da verificare l’effettiva recuperabilità, in termini di futuri ricavi, di tali immobilizzazioni immateriali.

A suo parere quali sono le principali criticità alla luce del bilancio in esamem guardando al futuro di Dorna?

L’effettiva recuperabilità del valore delle immobilizzazioni immateriali e, in secondo luogo, dei crediti iscritti in bilancio.

Se lei fosse il consulente di Dorna cosa consiglierebbe di fare sotto il profilo pratico? Come si muoverebbe? 

Ma guardi la gestione, da parte di un fondo di investimento del calibro Bridgepoint Capital, presuppone la capacità di ottimizzare la gestione in un’ottica di massimizzazione dell’investimento. Sulla base di dati del 2016 non mi sento di prendere altre posizioni. Ripeto, la posta critica di bilancio di una società del genere è la recuperabilità del valore delle immobilizzazioni immateriali. Nel senso che se i diritti televisivi non ti renderanno quanto atteso, potrebbe essere un problema futuro.

Consiglierebbe una ristrutturazione del debito o anche di considerare l'idea di una vendita sempre attraverso il loro principale azionista (Bridgepoint Capital)?

Non ho elementi per potermi pronunciare in merito.

Uscendo dall'analisi del bilancio Dorna, quando si considera una società tecnicamente fallita? Può spiegarlo ai nostri lettori?

Quando il principio del "going concern2 non è verificato. Ovvero quando manca la continuità aziendale. Ma da quello che risultava nel 2016 non è il caso di Dorna.

Perché il bilancio Dorna disponibile è solo quello del 2016 (emesso nel marzo 2017) mentre quello del 2017 verrà ufficializzato solo a giorni?

E’ assolutamente in linea. Infatti i bilanci in corso di approvazione, generalmente vengono pubblicati entro il 30/04, Nello specifico sono quelli che riferiscono all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017.

Dossier


LA DORNA AI RAGGI X

Serie di articoli dedicati al bilancio 2016 del colosso madrileno della MotoGP come  nessuno mai ve lo ha spiegato.   Nei Documentsgli articoli di approfondimento 

leggi tutto

TOP FOCUS

2 mesi 1 giorno
Yamaha si mette nelle mani di Rossi, relegando in un angolo il giovane Viñales, perché l'unico ritenuto capace di sferrare un gancio al volto di un portentoso...
Rossi e Vinales in crisi a Buriram
1 mese 4 settimane
Delle due l'una: o alla Yamaha hanno deciso di gettare fumo negli occhi alla concorrenza, oppure la Casa giapponese ha dei grossi problemi da risolvere e non...
Rossi impreca
1 settimana 2 giorni
Uno ha perso il controllo in pista e l'altro è finito fuoripista e in terra. Uno ha dimostrato di essere il protagonista di una delle più grandi rimonte dello...
2 mesi 3 settimane
di Alex Scotti e Marcel Vulpis La decisione di Banco Santander di uscire dal Circus, dopo undici stagioni (tra McLaren e Ferrari), ha costretto il “...